Three

ottobre 27, 2008 § 5 commenti

Le tre cose, al di fuori di A. e mia madre che amo di più in questo lungo, intenso, immemorabile periodo:

1. Gli animali nel senso più generico mentre in senso più specifico i gatti. Il cane è come un figlio, per i gatti siamo noi i loro figli. Questa passione felina credo che non verrà mai consacrata in quanto colui che alla mano destra porta il mio stesso anello è allergico al pelo dei gatti.

2. Certi spot bisognerebbe candidarli all’oscar come miglior film, che è vero che durano al massimo due minuti ma riescono a comunicare molto più di quanto non faccia un fumettone di due ore e mezza. Credo che il messaggio sia chiaro.

 3. Andrò a letto con Fabio Volo e poi vi dirò. Il mio uomo non è geloso. Non rompetemi i coglioni.

ps Il tono in cui ho scritto il punto tre è chiaramente ironico, giusto perchè certa gente ha bisogno di essere imboccata. (esclusa la mia assidua lettrice)

orazio

aprile 20, 2008 § 3 commenti

Un gatto italiano di nome Orazio spopola oggi sui giornali londinesi perchè è grande e grosso come un bambino di due anni e il suo peso (16 chili abbondanti) ne fa uno dei felini più obesi dell’intero pianeta.

Fulvo, molto somigliante al celebre Garfield dei fumetti, Orazio vive a Eupillo in provincia di Como e campeggia sui più disparati quotidiani della capitale britannica – dal ’Telegraph’ al ’Mail’ passando per il ’Mirror’ – grazie ad una eloquente fotografia dove è immortalato in braccio alla padrona, Laura Santarelli.

Pur dando spazio al «mostro» il ’Mail’ mette in risalto che Orazio non può ad ogni modo rivendicare alcun primato da Guinness: si sa infatti di un gatto di ben 18,5 chilogrammi che vive negli Stati Uniti, per la precisione in Minnesota.

Parlare di Guinness è ad ogni modo fuori luogo: da qualche anno il libro dei primati non fa più il monitoraggio degli animali domestici più grassi nel timore che padroni senza scrupoli a caccia di record alimentino a forza cani, gatti o canarini.

La foto del pasciutissimo Orazio viene usata dal ’Telegraph’ come spunto per ironizzare sulla dieta mediterranea «che dovrebbe mantenervi magri e in salute ma sembra avere l’effetto opposto» sull’enorme gatto comasco.

fonte: lazampa.it

cats/secondo capitolo

marzo 28, 2008 § 4 commenti

 

cats/primo capitolo

marzo 28, 2008 § Lascia un commento

ricerca internettiana di tarda notte: 

The real catman

marzo 20, 2008 § 6 commenti

girando per i mari di internet mi sono imbattuto in questa bizzarra notiziola:

And I’m not talking about the comic-book hero, but about the real cat-man…or Stalking Cat as he likes to be addressed to.

David Avner, a native American, part Huron, part Lakota has spent more than $200.000 on plastic surgery to make himself look as a tiger, his totem animal. He even had all of his teeth removed and replaced them with feline-like ones, he has tattooed his face with stripes, he modified his upper lip and inserted stainless steel implants to insert whiskers in, he had his ears surgically pointed and inserted silicone in different areas of his face.

Catman has become quite famous after appearing on several TV shows, including Ripley’s Believe it or Not and Larry King Live.

catman.jpg

catman5.jpg

catman3.jpg

catman1.jpg

catman2.jpg

catman4.jpg

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria cats su Franci Z..